NewTom 7G: la prima CBCT per applicazioni cliniche a tutto il corpo

Apr 26, 2022 | scritto da:

Con il suo nuovissimo 7G, NewTom estende i vantaggi e le altissime prestazioni della tecnologia Cone Beam a tutti i distretti anatomici e a tutte le corporature. Merito dell’ampio gantry di 77 cm e del lettino motorizzato con capacità di carico fino a 215 kg, ma anche di numerose funzionalità e automatismi che permettono di modulare i FOV e dose raggi. 

HubSpot Video

Una risoluzione fino a 90 μm, applicazioni software complete e user-friendly e una piena connettività fanno della CBCT NewTom 7G il dispositivo di imaging 3D e 2D ideale per gli ospedali e i centri di radiologia, che vogliano ampliare la propria capacità diagnostica ed eccellere in settori specialistici.

Multi-Scan Body

La tecnologia CBCT, già largamente apprezzata in ambito odontoiatrico, maxillofacciale ed articolare che genera immagini 3D ad alta risoluzione, è sempre più utilizzata in ambito medico per la possibilità di ottenere ricostruzioni volumetriche localizzate estremamente accurate rispetto ad una MSCT tradizionale con dosi di raggi X limitate alla zona di interesse ed in generale inferiori a quelle di una CT TotalBody.

NewTom, da sempre pioniere dell’imaging CBCT, volendone ampliare ulteriormente le potenzialità, ha esteso i campi di applicazione di questa tecnologia NewTom 7G, il dispositivo capace di inquadrare aree anatomiche estese come anca, spalla e colonna vertebrale. 

Nasce così il sistema Multi-Scan Body di NewTom 7G, che permette di esaminare l’intero corpo irradiando solo le zone di interesse

A ciò si aggiunge un livello di precisione che ha pochi eguali sul mercato: la risoluzione fino a 90 μm permette infatti di esaminare anche strutture minuscole e complesse come quelle dell’orecchio interno. 

Una visione ampia e allo stesso tempo puntuale, dunque, da cui derivano applicazioni in Ortopedia e Otorinolaringoiatria, oltre che in Odontoiatria. Analisi delle articolazioni, studio delle vie aeree, artrografie e follow-up chirurgici sono solo alcune delle pratiche rese possibili da NewTom 7G, che si avvale di protocolli e automatismi per ottimizzare la dose raggi, correggere distorsioni e prevenire errori.

FOV adattivi

Tra le caratteristiche più apprezzate di NewTom 7G ci sono i FOV adattivi, che vanno dal più piccolo di 4x4 cm al più largo di 29x56 cm.

Con la funzione eXtra FOV  è disponibile un FOV esteso in grado di arrivare fino a 62 cm di lunghezza. 

Ogni FOV è associato a 4 semplici protocolli di acquisizione (Low Dose, Regular, Enhanced e Best Quality) con i quali il medico potrà modulare con precisione sia l’area da irradiare sia la dose raggi in base alle esigenze diagnostiche e alle caratteristiche del paziente. Una versatilità particolarmente preziosa in caso di pazienti pediatrici e per follow-up post-operatori. 

eXtra FOV

La funzione eXtra FOV permette di estendere il campo di vista longitudinalmente per analizzare strutture anatomiche come colonna e arti, fino a 17x62 cm e 29x56 cm. Si tratta di un protocollo automatizzato che, tramite movimentazione del lettino, raggruppa da 2 a 4 FOV in sequenza in un unico esame.

SafeBeam™

Per NewTom la sicurezza del paziente è sempre stata una priorità, ed è per questo che ha promosso l’uso della tecnologia CBCT a emissioni pulsate, che attiva la sorgente di raggi X solo quando necessario. Inoltre, la funzione SafeBeam™ di NewTom adatta automaticamente l’emissione alle caratteristiche anatomiche del paziente, eliminando il rischio di sovraesposizione.

Il medico Radiologo può anche modulare l’emissione per ridurre ulteriormente la dose o viceversa aumentarla regolando manualmente i parametri a proprio piacimento a seconda dell’obiettivo diagnostico specifico e quindi  impostare preset personalizzati in base alla propria esperienza.

2D statica e dinamica

Le funzioni Ray2D, Cine-Scout e CineX contribuiscono ad ampliare l’offerta diagnostica della clinica. Ray2D permette una valutazione bidimensionale, preliminare all’indagine 3D, da varie angolazioni. La funzione di radiografia seriale CineX permette invece di esaminare strutture anatomiche in movimento per valutarne la mobilità articolare

La funzione Cine-Scout, infine, consente di eseguire direttamente a bordo macchina tutte quelle operazioni che necessitano di un’azione diretta sul paziente come, per esempio, l’iniezione del mezzo di contrasto.

Ergonomia

L’alto livello di ingegnerizzazione di NewTom 7G si evince anche dall’ergonomia e dalla praticità d’uso della macchina. 

Il lettino servocomandato, assicura il perfetto posizionamento del paziente, riducendo i possibili artefatti da movimento. Con la sua altezza minima di 57 cm e l’ampia escursione, il lettino agevola l’accesso in qualsiasi condizione e la regolazione da remoto della posizione del paziente. 

E’ possibile eseguire l’esame anche sul retro del dispositivo con l’ausilio di una seduta.

Le consolle di comando touch-screen, fino a 4, consentono di selezionare l’esame e posizionare il paziente, sono poste lateralmente al gantry e rimangono sempre accessibili durante tutto il flusso di lavoro. Il monitor Full-Touch da 22” installabile a bordo macchina, inoltre consente di accedere al software completo per visualizzare in tempo reale le immagini radiografiche.  

Centratura assistita

Oltre agli automatismi già menzionati, quali i FOV adattivi e la tecnologia SafeBeam™, NewTom 7G prevede anche la centratura assistita del paziente con scout multiple che consentono di visualizzare esattamente la regione di interesse riducendola se non necessaria e riposizionando automaticamente il paziente. La centratura assistita riduce il rischio di errore, più probabile nelle procedure manuali basate sulle sole linee guida laser.

HubSpot Video

Connettività e monitoraggio da remoto

Il software NNT, “cervello” della macchina, dispone di strumenti evoluti per gestire e condividere le immagini diagnostiche. NewTom 7G è in grado di comunicare con i software gestionali dello studio, con i sistemi RIS/PACS e con le stampanti DICOM, nonché con altri dispositivi di acquisizione come telecamere, sensori, scanner PSP e CBCT. 

L’assistente virtuale digitale Di.V.A., inoltre, mette a disposizione dati e statistiche d’uso con cui pianificare carichi di lavoro e manutenzione, per una piena efficienza della clinica.

HubSpot Video

 

Scopri la gamma NewTom Medicale

NewTom

Torna ai post